0

Gli stranieri in Italia, una breve sinossi di diritti e doveri

Il problema dei migranti esiste da tantissimi anni ma ultimamente, a causa delle numerose guerre nei paesi d’origine di questi disperati e della loro instabilità politica, stiamo assistendo ad un flusso sempre più corposo di immigrati, spesso purtroppo clandestini. Le forze politiche su questo argomento sono divise, come sempre, e questo crea confusione nell’ opinione pubblica che non conosce le normative vigenti in Italia che regola i diritti e i doveri degli immigrati.

Uno dei principi di base della Costituzione italiana stabilisce che la nostra Repubblica garantisce a qualunque straniero, regolare e non, i diritti fondamentali dell’essere umano e le libertà ad essi connesse, previsti dalle norme di diritto interno al paese e dalle convenzioni internazionali. Questo significa che chiunque nel nostro paese avrà diritto alle assistenze di base, cibo, viveri, vestiti e via discorrendo.

Premesso ciò bisogna ora distinguere i casi di immigrati regolari ed irregolari. Se un extracomunitario è in possesso di regolare permesso di soggiorno e svolge nel nostro paese un’ attività lavorativa legale, esso può godere di tutte le agevolazioni che spettano ai cittadini italiani, assumendosi però anche la responsabilità del rispetto dei doveri che tale onori presuppongono. A suddetti soggetti è garantita anche la possibilità di ricongiungimento familiare e di iscrizione alle scuole, nel caso il permesso di soggiorno abbia durata prolungata di un anno o più.

I migranti irregolari invece sono limitati nei diritti in base ai diritti vigenti nel loro paese d’origine nei confronti degli stranieri. Essi possono scegliere di mettersi in regola e rientrare quindi nella categoria precedente, oppure verranno accolti per un periodo nei centri di assistenza dedicati fino al giorno del rimpatrio.

Quello che è sicuro ed apprezzabile è la volontà e la capacità dei cittadini comuni di aiutare questi disperati, ma essi non possono fare tutto da soli, per questo lo Stato e l’Europa devono fornire gli aiuti necessari per garantire una convivenza pacifica e di reciproco beneficio.

Leo Trevisan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *